Gli Stati Uniti hanno sempre interferito nelle elezioni russe, agendo in modo particolarmente aggressivo nel 2012, la stessa cosa succede in tutti gli ex paesi dell’URSS: lo ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin.

“Nel 2000, e nel 2012, questo è sempre accaduto, ma in modo particolarmente aggressivo nel 2012. Non entrerò nei particolari”, ha dichiarato Putin al regista cinematografico statunitense Oliver Stone nell’intervista trasmessa dalla rete televisiva Showtime, quando gli è stato chiesto se gli Stati Uniti hanno interferito nelle elezioni del 2012.

Secondo il presidente russo, l’interferenza è stata condotta, tra gli altri modi, tramite diplomatici.

“I partner americani sono a conoscenza di questo, l’ho detto a [l’ex segretario di Stato americano John] Kerry e a [ex Presidente degli Stati Uniti Barack] Obama. Era difficile per noi immaginare che i diplomatici potessero essere coinvolti in una campagna elettorale all’interno della Russia in modo aggressivo. Hanno riunito forze di opposizione e le hanno finanziate, sono andati alle manifestazioni dell’opposizione”.

“Il corpo diplomatico dovrebbe occuparsi di altre cose, dovrebbe stabilire relazioni interstatali, le ONG possono fare tutto ciò che vogliono, anche le organizzazioni di qualsiasi paese d’origine. Ma le ONG sono spesso finanziate attraverso un certo numero di strati e strutture o dal Dipartimento di Stato o da altre fonti quasi governative. La stessa cosa avviene negli ex stati sovietici, nell’Europa orientale, in altri paesi, in Africa, in America Latina”, ha concluso Putin.

Sputnik

LASCIA UN COMMENTO