I soldati russi ad Aleppo, salutati come liberatori. Fulvio Scaglione dalla Siria

LEGGI ANCHE:

Inline
Inline