Attacco a colpi di mortaio contro l’ambasciata russa a Damasco. A riferirlo è il ministero degli Esteri di Mosca in una nota, secondo cui due proiettili hanno centrato la sede diplomatica, mentre altri due sono caduti nel perimetro dell’ambasciata. Il ministero ha precisato che non ci sono vittime, ma l’edificio ha riportato dei danni materiali. “Condanniamo con forza gli attacchi terroristici contro la missione diplomatica russa a Damasco”, si legge nella nota. “Desideriamo dire ancora una volta che la Russia ha richiamato l’attenzione in molte occasioni sulla natura barbara dei bombardamenti che i terroristi regolarmente compiono contro i quartieri residenziali a Damasco e in altre città popolate della Siria – prosegue la nota – Ogni giorno civili, donne e bambini sono vittime di questi attacchi”.

Prosegue l’avanzata curda su Raqqa

Sono almeno tre i civili, tra cui due sfollati, che hanno perso la vita nei nuovi raid aerei lanciati dalla Coalizione internazionale a guida Usa su Raqqa, dello Stato Islamico nel nord della Siria, dove si continua a combattere. Lo riferiscono gli attivisti dell’Osservatorio siriano per i diritti umani spiegando che le Forze democratiche siriane continuano ad avanzare e sono prossime a prendere il pieno controllo dei quartieri meridionali di Raqqa. L’Osservatorio ha quindi riferito che i miliziani curdo arabi provenienti da est sono a poche centinaia di metri dagli alleati provenienti dall’ovest di Raqqa. È da giugno che le Forze democratiche siriane sono impegnate nell’offensiva per riconquistare Raqqa con il sostegno della Coalizione internazionale a guida Usa. Gli scontri, spiegano gli attivisti, sono ora particolarmente intensi nei quartieri di Hisham bin Abdul Malik e in altre zone della Città vecchia. FONTE

LASCIA UN COMMENTO

loading...