IoStoConPutin

L’Europa trema di fronte alle terribili esercitazioni militari di Putin

Tra meno di dieci giorni la Russia inizierà le esercitazioni militari Zapad-2017 ai confini dell’Europa. Mosca ha dichiarato che la natura delle manovre è difensiva, ma nessuno in Europa crede al Cremlino. Lo ha scrive Julian Röpke sul quotidiano Bild.

“I paesi della nostra regione sarebbero estremamente irresponsabili a fidarsi ciecamente delle affermazioni del ministero della Difesa russo”, ha dichiarato alla pubblicazione l’alto funzionario del ministero della Difesa lituano Robertas Šapronas. Secondo lui, le precedenti esercitazioni Zapad-2009 e Zapad-2013 non erano in alcun modo di natura difensiva.

loading...

Dello stesso parere è l’esperto dell’Istituto per la cooperazione euro-atlantica di Kiev Andreas Umland: “L’invasione del sud-est dell’Ucraina ha portato al fatto che adesso alle rassicurazioni verbali delle autorità russe bisogna guardare con meno serietà rispetto al passato.”

Il ministero della Difesa russo ha dichiarato che alle esercitazioni prenderanno parte 5,5 mila soldati russi, di cui 3 mila saranno sul territorio della Bielorussia. “Ma vari studi indicano dati diversi,” osserva Umland. Per l’esperto militare finlandese Andreas Turunen il numero totale di militari coinvolti nelle esercitazioni Zapad-2017 sarà “da 100 a 240 mila”.

Per Umland gli obiettivi di Mosca sono due: dominare la Bielorussia e intimidire l’Europa dell’Est. L’esperto ritiene possibile, ma anche improbabile, la variante che Putin servirsi delle esercitazioni come un escamotage per l’occupazione della Bielorussia o una nuova invasione dell’Ucraina.

“In Lettonia ed Estonia vive un consistente minoranza russa, di cui il Cremlino può dichiararsi protettore. Pertanto non possiamo escludere la comparsa improvvisa di omini verdi senza insegne sulla divisa come successo in Crimea”, conclude Umland.

via Sputnik

SEGUICI SU FACEBOOK

Inline
Inline