Le forze di sicurezza di Kiev hanno aperto il fuoco con i lanciarazzi “Grad” contro le posizioni dei paramilitari ultranazionalisti ucraini di “Pravy Sektor” in direzione di Mariupol, hanno segnalato dal comando delle milizie filorusse di Donetsk (DNR).

Come riferito da un rappresentante del comando, l’esercito ucraino ha sparato contro i paramilitari che si trovano nel villaggio di Pishevik. Il bombardamento è partito dalle posizioni occupate dall’esercito ucraino nei pressi del villaggio di Zamozhnee alle 13 (in Italia mezzogiorno — ndr).

Settimana scorsa il vice comandante delle milizie dell’autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk Eduard Basurin aveva dichiarato che nelle città controllate dalle forze di Kiev erano giunti i combattenti di Pravy Sektor, che a differenza di molti soldati ucraini sono desiderosi di continuare il genocidio e la distruzione della popolazione del Donbass”.

Secondo Eduard Basurin, le autorità ucraine inviano “nelle zone problematiche unità di paramilitari nazionalisti per mantenere la tensione.”

“Pravy Sektor” è un movimento di estrema destra ucraino che raccoglie diversi gruppi nazionalisti a antirussi. Nell’inverno del 2014 i militanti di questo movimento si sono resi protagonisti degli scontri con le forze dell’ordine e delle occupazioni degli edifici pubblici e dal successivo aprile si sono prodigati nella repressione delle proteste in Ucraina orientale.

via Sputnik

LASCIA UN COMMENTO

loading...